LICEO SCIENTIFICO STATALE “ A. TASSONI” –

Viale Reiter, 66  41100 MODENA - tel. 059 222151- 210174-  www.liceotassoni.it

 

       Ce.R.M.A.L.      

 

Centro Risorse Multimediali e per l’Auto - apprendimento Linguistico

Centro self-access annesso alla Biblioteca del Liceo Scientifico  “A. Tassoni” di Modena

 

Cio che segue è un estratto dal progetto presentato nell’ottobre 2003 alla Provincia di Modena (bando del  24/10/2003).

Finanziamento dal FONDO SOCIALE EUROPEO , tramite la regione Emilia-Romagna.

Riferimento Pubblica amm.ne 2003-0504/MO.

Canale finanz. Azione di sistema tipol. 46, Obbiettivo 3C1 del 2003.

Totale finanziamento ottenuto: € 20.000.

Estensore del presente progetto e responsabile del Ce.R.M.A.L. : prof. Stefano Maria Demuro, referente, per il Liceo Tassoni, 

del Progetto T.E.D. (Tecnologie Educative Distribuite) della Provincia di Modena.

 

Progetto per la costituzione del Ce.R.M.A.L. (Centro Risorse Multimediali e per l'Auto-apprendimento Linguistico) presso il Liceo Scientifico A. TASSONI di Modena, in modalità ”self-access”.

 

CONTESTO E MOTIVAZIONI DELL’INTERVENTO

 

OBBIETTIVI GENERALI e DESTINATARI

 

PREMESSA: il concetto di "self-access"

Un classico laboratorio multimediale, o uno spazio similare, potrebbe funzionare anche come self-access, cioè come luogo per l'auto-istruzione. La differenza, però, tra il self access e il laboratorio (o aula) multimediale non è solo concettuale ma  anche di tipo fisico.  Infatti, il self-access è un luogo in cui deve esserci libertà di fruizione sia nei tempi che nelle attività da svolgere.

L'uso del self-access presuppone un valido concetto di auto-istruzione e un'applicazione metodologicamente adeguata di essa. Non è sufficiente mettere a disposizione dello studente libri di testo,corsi di lingua su CD-ROM o DVD, collegamenti con Internet perché l'operazione abbia successo. Insomma, il self-access non è un luogo in cui vengono semplicemente messi a disposizione materiali linguistici, ma piuttosto un luogo in cui sviluppare autonomia nell'apprendimento.

Già nella progettazione, quindi, occorre avviare un dibattito approfondito tra le componenti che dovranno gestirlo:

insegnanti, amministratori, tecnici. Le operazioni e le scelte sono numerose: selezione ed eventuale preparazione di materiali appositi, redazione di guide all'uso di tali supporti, questionari mirati per l'individuazione dei bisogni degli  studenti, strumenti per l'autovalutazione, percorsi guidati all'apprendimento con la flessibilità necessaria per adattarsi ai diversi stili, assistenza di personale di supporto,ecc.

Un’aula multimediale per l’autoformazione può costituire una delle maggiori innovazioni di procedura organizzativa nella scuola perché colloca gli uni accanto agli altri quanti sono cresciuti con l’esclusivo ausilio didattico del libro (i  docenti) con quanti sanno fare dell’immersione in uno scenario virtuale una reale esperienza percettiva (gli studenti).

 

Tale struttura self-access potrà essere organizzata in varie forme:

 - in forma supplementare al lavoro di classe, guidata o meno;

- in forma integrativa, in cui l'insegnante invita gli studenti a svolgere attività più o meno strutturate;

- in forma auto-diretta, in cui lo studente/utente diventa responsabile del proprio apprendimento, con il sostegno tuttavia  

  di personale di supporto; 

- in forma completamente autonoma. 

 

 

OBBIETTIVI GENERALI E DESTINATARI

Questo progetto si propone di:

-   offrire un'aula per l'autoformazione, nell’ottica di ridisegnare la tradizionale biblioteca scolastica come luogo di     

    accesso a un’informazione (e formazione) differenziata: banche dati, supporti audio, video e informatici,ipermedialità  
    in rete;

-   educare alla multimedialità come supporto allo studio e all’inserimento nel mondo del lavoro e, più in generale, nella 

    "società dell'informazione", contribuendo all'alfabetizzazione degli studenti all'uso del computer e alla ricerca 
    informatica on-line;;

-   fornire un ambiente dove chi apprende può controllare il proprio apprendimento, apprendere da altri, sviluppare 

    abilità metacognitive;

-   creare uno spazio dove esplorare una didattica alternativa rispetto ad una visione tradizionale della trasmissione della  
    cultura;

 

OBBIETTIVI SPECIFICI del Ce.R.M.A.L.:

 

-   fornire un servizio di internet point alla più alta velocità possibile, in particolare per la consultazione di materia
    digitale, di libero accesso o tramite eventuali forme di abbonamenti di istituto;

-   sperimentare nuove tecnologie didattiche relazionate con forme di e-learning tramite sito web d'istituto collegato al  
    Ce.R.M.A.L, nonché tramite le iniziative di e-learning che saranno poste in essere nell'ambito del Progetto TED della
    Provincia di Modena;

-   consentire l'uso della posta elettronica (in modalità di web-mail), l'accesso a forum, ecc.;

-   consentire l'uso di tutti gli strumenti di Office Automation (editori di testo, fogli elettronici, database, presentazioni
     multimediali, pagine web e piccola programmazione);

-   possibilità di uso di scanner, per scopi didattici e di ricerca;

-   favorire l'autoapprendimento delle lingue e altre materie relative ai piani di studio, tramite l'ausilio di tecnologie
    informatico/telematiche e multimediali (con percorsi personalizzati dai sw utilizzati);

-   creare una Mediateca orientata in modo particolare all'acquisizione di software per l'auto-apprendimento linguistico;

-   operare in modalità di Centro beta-testing per opere multimediali di prossima commercializzazione;

-   costruire un sito Web del Ce.R.M.A.L. o una sezione web dello stesso presso il sito ufficiale dell'istituto;

 

RISULTATI ATTESI E IMPATTO AL TERMINE DELL’ATTIVITA’

L'aula potrà soddisfare bisogni formativi di autoapprendimento, di approfondimento e/o di attività di sostegno), potrà essere utilizzata per prove di autovalutazione,linguistica e non, potrà costituire un valido centro risorse e utile riferimento per reperire informazioni in rete, potrà anche, eventualmente, rappresentare un luogo di evasione e di entertainement nel tempo non scolastico.

Data l'articolazione di funzioni e di possibilità di utilizzo, è evidente che potranno usufruire dell’aula per l’auto-formazione studenti, insegnanti e tutto il personale della scuola. Il tutto nella considerazione che i possibili utenti rappresentano bisogni culturali ed esigenze comunicative anche molto diversi tra loro.

L'accesso al Ce.R.M.A.L. (anche in fasce di orario pomeridiano), riservato preferenzialmente agli studenti e al personale d'istituto, potrà essere consentito anche ad utenti esterni, purché ne facciano richiesta su prenotazione.

 

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO (ATTIVITA’ DA REALIZZARE)

Il Ce.R.M.A.L. disporrà del seguente locale:  Sala multimediale con 8 computer cablati in rete client-server (cad. con lettore DVD integrato, monitor multimediali + cuffia-microfono) collocati in arredi a isole circolari,atte a favorire condizioni ideali di ergonomia e di auto-apprendimento, lezioni informatizzate e ricerche in rete;

Sarà realizzato un sito web del CE.R.M.A.L. o una sezione specifica incorporata nel sito principale dell'istituto  con indicazioni sulle possibilità offerte, orari, cataloghi on-line, forum, materiali esercitativi e di verifica on-line su alcuni argomenti (es.: E.C.D.L. e altro).

 

 

FASI DELL'ATTIVITÀ

Fase n° 1 : Titolo:SPAZI, ARREDI, HARDWARE, SOFTWARE.

Descrizione della Fase

- Allestimento dell'aula con gli arredi necessari alla fruizione.

- Installazione di 8 computer  multimediali cablati in rete client-server .

- Installazione di uno scanner /stampante laser in rete.

- Acquisto di software per creazione Mediateca

- Gestione e rendicontazione tramite l'applicativo "Project Maker" del SIFP  della Regione Emilia-Romagna.

 

Tempi di realizzazione, quantificazione e descrizione delle risorse umane coinvolte:

      - dicembre 2003-settembre2004

Si prevede di costituire un gruppo di lavoro formato da:

      - referente TED-progettista della presente attività;

      - figure strumentali per l'area "Coordinamento e utilizzo delle nuove tecnologie" e/o per l'area "Interventi e  servizi
        per studenti";

      - docenti di lingua straniera. 

           

Fase n° 2: Titolo: APERTURA UFFICIALE CENTRO E  PRIMA SPERIMENTAZIONE DEL SUO FUNZIONAMENTO

Descrizione della Fase

      - Acquisto di software per incremento titoli Mediateca e richiesta di altro software alle case editrici in modalità  di "beta-testing";

      - Sperimentazione software e monitoraggio;

      - Creazione sito web del Ce.R.M.A.L.

      - Gestione e rendicontazione tramite l'applicativo "Project Maker" del SIFP  della Regione Emilia-Romagna.

 

Tempi di realizzazione, quantificazione e descrizione delle risorse umane coinvolte:

        - ottobre 2004-settembre 2005.
 Per la gestione del progetto si presume di poter disporre del personale già operante nell’istituto (docenti tecnici, applicati, ausiliari), e dell’assistenza tecnica fornita da personale specializzato esterno. Sarà messo a disposizione un operatore per l’assistenza in sala, nelle ore di funzionamento della medesima.

 

Fase n°  3: Titolo: VERSO LA PIENA OPERATIVITA'

Descrizione della Fase

      - Continuazione acquisto di software e richiesta di software alle case editrici in modalità di "beta testing";

      - Sperimentazione software e monitoraggio;

      - Realizzazione di un catalogo elettronico dei CD-ROM appartenenti alla Mediateca del Ce.R.M.A.L.

      - Aggiornamento e manutenzione sito web del Ce.R.M.A.L.

      - Gestione e rendicontazione tramite l'applicativo "Project Maker" del SIFP  della Regione Emilia-Romagna

 

Tempi di realizzazione, quantificazione e descrizione delle risorse umane coinvolte

      - ottobre 2005-dicembre 2006.

      - quantificazione e descrizione risorse umane: come fase precedente

 

 

                                                                               *******************